Gianluca Vialli, l’orrore è iniziato cosi: fate attenzione (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Tutto il mondo, calcistico e non, è in apprensione per le condizioni di salute del grande Gianluca Vialli che si trova ricoverato presso il Royal Marsden Hospital di Londra, che si è preso cura di lui sin da quando ha scoperto, nel 2017, di avere un tumore al pancreas.

La speranza di tutti è quello che Vialli possa vincere la sua più grande battaglia, dato che il nemico non sembra dargli stregua. Quel che sappiamo è che si sta sottoponendo ad un ciclo di cure che stanno mettendo a dura prova il suo fisico.

Ad assisterlo, la sua famiglia, dalla moglie, alla madre e al fratello, sino alla sorella Mila, passando per il suo amico fraterno, nonché socio Massimo Mauro che il campione ha contattato di persona, esprimendo il desiderio di volerlo vedere.

Nella speranza che Vialli possa superare al meglio l’ennesimo ostacolo della sua vita e fare ritorno a casa, i tifosi inglesi della Sampdoria, gli hanno dedicato un commovente striscione, con su scritto “Forza Luca”.

Sulla pagina Facebook del gruppo è stato pubblicato anche un post di incoraggiamento a Vialli: “C’mon Gianluca! All Sampdoria Club of England supporters are with you! Noi ti amiamo e ti adoriamo”. Ma da dove è iniziato l’incubo di Vialli?