Gianluca Vialli, la dottoressa che era nell’equipe che ha operato l’ex campione rivela tutto

Vediamo che cosa ha detto la dottoressa che ha operato l'ex campione di calcio deceduto qualche giorno fa, nessuno si sarebbe aspettato una cosa del genere. Mondo dello sport ancora sotto shock.

Pubblicato il 13 gennaio 2023, alle ore 17:41

Gianluca Vialli, la dottoressa che era nell’equipe che ha operato l’ex campione rivela tutto

Ascolta questo articolo

Nel mondo accadono ogni giorno fatti più o meno eclatanti, alcuni dei quali colpiscono in particolar modo l’opinione pubblica. Spesso si tratta ad esempio di decessi dovuti a malori improvvisi, una circostanza quest’ultima che in questo periodo sta interessando in particolar modo il nostro Paese, dove molte persone stanno perdendo la vita tutto ad un tratto. Ma poi ci sono anche altri fatti di cronaca molto gravi, come ad esempio incidenti stradali o omicidi.

In questi giorni ad esempio si sta parlando molto della morte di Gianluca Vialli, ex campione di calcio venuto improvvisamente a mancare. Il campione non stava bene da diverso tempo, in quanto lottava contro una brutta malattia. Ma in queste ore sono arrivate novità sul caso in questione, ecco di cosa si tratta. 

Le parole della dottoressa

Secondo quanto si apprende dalla stampa nazionale la dottoressa Anna Caterina Milanetto, che ha seguito durante la degenza lo stesso Vialli presso una struttura sanitaria di Milano, ha rilasciato una intervista alla stampa nazionale, spiegando come l’ex campione sia stato un esempio durante la sua lotta contro la malattia. 

“Gianluca Vialli, che ho avuto modo di seguire nella degenza del 2017 a Milano, appresenta un esempio ed un modello anche per i pazienti che vedo ogni giorno nell’ambulatorio specifico che si prende cura degli ammalati di tumore al pancreas in clinica a Padova” – così ha spiegato la dottoressa Milanetto. 

La dottoressa Milanetto ricorda di aver incontrato per la prima volta Gianluca Vialli nel novembre del 2017. All’epoca ella si trovava a Milano perché era assegnataria di una borsa di studio di alta specializzazione per la parte del pancreas, nel reparto diretto dal professor Alessandro Zerbi. In questi giorni anche colleghi e amici di una vita di Vialli hanno rilasciato loro dichiarazioni, come Roberto Mancini, ct della Nazionale. “Ho sperato in un miracolo. Abbiamo vissuto quasi tutta la nostra vita insieme” – queste sono state le parole du Mancini.

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Queste notizie ci fanno capire come purtroppo le tragedie possano avvenire improvvisamente, dispiace per la morte di Vialli un grande campione dentro e fuori dal campo. Sono molto importanti le parole pronunciate dalla dottoressa Milanetto che reputa Vialli un esempio per tutti i pazienti che soffrono di tali patologie, questo per la tenacia e la forza con cui Vialli ha lottato.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!