Esenzioni ticket 2023, arriva l’ufficialità: come funziona (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Come ormai noto, le esenzioni ticket per reddito sono fruibili a determinate condizioni e, in alcuni casi, il rinnovo avviene automaticamente ma ci sono importanti novità in arrivo.

L’esenzione per reddito permette di effettuare, senza alcuna partecipazione al costo (ticket), tutte le prestazioni di diagnostica strumentale, di laboratorio e le altre prestazioni specialistiche ambulatoriali garantite dal Servizio sanitario nazionale, necessarie e appropriate alla propria condizione di salute.

Il Servizio Sanitario Nazionale prevede che i cittadini partecipino alla spesa sanitaria attraverso il ticket, ovvero quella cifra che paghiamo all’accettazione, prima di un esame o una visita, o in farmacia, quando ritiriamo un farmaco con ricetta del Servizio Sanitario Regionale.

l pagamento del ticket consente a tutti i cittadini di ricevere le cure previste dai Livelli Essenziali di Assistenza e, allo stesso tempo, evita l’erogazione di prestazioni sanitarie non necessarie da parte del SSN.

Alcune, ma non tutte, le tipologie di esenzione sono state prorogate fino al 2023.  Vediamo insieme le ultime novità in materia, in modo da essere sempre aggiornati ed evitare di essere colti impreparati.