Elimina lo stress e i sensi di colpa ritrovando te stesso

L'opinione altrui o l'immagine che ogni essere umano crea di se stesso sono delle barriere che paiono insormontabili. Per scoprire nuove opportunità è sufficiente rischiare e vivere, almeno con l'immaginazione, situazioni ritenute impossibili

Elimina lo stress e i sensi di colpa ritrovando te stesso

Frasi come “Io non posso parlare in pubblico perchè sono troppo timido!” oppure “Non potrei fare questa cosa perchè non sono abbastanza bravo!”

Quante volte le abbiamo pronunciate? In realtà si tratta solo di autoconvinzione. Ogni persona si è creata nel corso della vita un’immagine di se e tende a rimanere legata a questo stereotipo.

Provate a guardare le cose da una prospettiva differente e iniziate il vostro percorso di rinascita.

Se ne avete l’occasione concedetevi una vacanza, anche breve, questo vi permetterà di sperimentare, di rompere gli schemi, di provare cose nuove senza timore del giudizio di chi vi conosce e vi circonda.

Per iniziare puoi seguire questi semplici passi:

  • Concediti uno spazio per il relax e la calma.
  • Ritagliati un po’ di tempo solo per te stesso, siediti comodo o meglio ancora sdraiati, chiudi gli occhi e respira profondamente.
  • Prova a pensare ad un’attività o un’azione che ti piacerebbe compiere in un mondo immaginario in cui non esistono critiche e pregiudizi 
  • Una volta individuato ciò che vorresti fare, arricchisci lo scenario, pensa ai dettagli, immergiti nelle sensazioni, quali odori potresti percepire? Che rumori sentiresti? Com’è la temperatura attorno a te?

 Al termine di questo piccolo esercizio apri gli occhi e riprendi contatto con la realtà. Conserva la positività immagazzinata e realizza, passo dopo passo, che spesso ti privi di questa positività senza una vera ragione.

Dal pensiero al gesto

 Se l’azione a cui hai pensato è realizzabile concretamente nell’immediato o in un lasso di tempo breve prova a svolgerla.

Se, per esempio, ti ritieni molto timido e impacciato quando nuoti e  preferisci immergerti in acqua all’alba, quando non c’è nessuno sulla spiaggia, ma, in alcuni periodi dell’anno, ti crea disagio perchè l’acqua è molto fredda potresti aver immaginato di fare una lunga nuotata nelle ore più calde del giorno nonostante ci siano numerosi turisti.

Non fermarti troppo a riflettere, se sei in prossimità del bagnasciuga, sono le 11:30 del mattino e le onde ti aspettano, pensa solo alle sensazioni positive provate con l’immaginazione e agisci. Una volta che ti sarai tuffato, non solo ne sarai felice, ma ti renderai conto di aver abbattuto una barriere invisibile e avrai il desiderio di sperimentare nuove frontiere.

I nostri video tutorial
Raffaella Dellea

Cosa ne pensa l'autore

Raffaella Dellea - Spesso abbiamo la tendenza ad autolimitarci e temiamo il giudizio altrui in modo eccessivo. Quando pensiamo ad una soluzione tendiamo a cercare teorie complesse o ci spaventiamo davanti alla possibilità di percorsi lunghi e complessi. A volte però basta poco per sbloccarci, per insegnarci il potenziale valore di noi stessi.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!