Elena Del Pozzo, lo straziante gesto del papà all’uscita della bara (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ieri pomeriggio, mercoledì 22 giugno, si sono celebrati i funerali della piccola Elena Del Pozzo. Come prevedibile, ad accogliere il feretro c’era una gran folla perché questa tragedia ha sconvolto tutta l’Italia e tutti sentiamo nostro questo scricciolo che, sino all’ultimo, ha provato a difendersi dalla furia della madre.

Tutti lì per Elena, giunta in una bara bianca, con sopra una corona di fiori bianchi e la sua foto più rappresentativa, quella in cui indossa un camice perché la bambina avrebbe tanto voluto imitare la zia, diventando un medico da grande.

Ma quel sogno Elena non lo potrà realizzare perché sua madre, Martina Patti, che l’ha avuta giovanissima, a 18 anni, ha confessato di averla uccisa, in preda ad una furia omicida anche se il movente è ancora avvolto dal mistero.

Gli inquirenti che si stanno occupando del caso, pensano che possa aver compiuto la mattanza per la gelosia del rapporto che la bimba aveva col suo ex, Alessandro, che peraltro si era rifatto una vita, accanto ad una nuova compagna.

E questa nuova arrivata rappresentava un’ulteriore motivo per essere gelosa, con la paura che Elena si affezionasse a lei. Così ha deciso di farla fuori, preparando tutto con dovizia di particolari e, con una scusa, l’ha uccisa con 11 coltellate, per poi seppellirla, avvolta in sacchi neri per la spazzatura, in una fossa.