Elena Del Pozzo, la dedica del papà nel giorno del suo compleanno (2 di 2)

Ascolta questo articolo

Auguri mio dolce angelo, spero che il desiderio della sua ultima candelina si sia avverato… manchi”. E’ questo il messaggio di disperazione di un padre orfano, riportato su una foto della piccola, scattata esattamente un anno fa, in occasione del suo quarto compleanno, in cui la bambina, ancora inconsapevole di quello che le sarebbe accaduto, era felicissima  davanti ad una stupenda torta di Minnie.

Immagini di gioia, spensieratezza, apparente normalità nonostante i rapporti già compromessi tra i due genitori, in un giorno di festa, in cui tutte le attenzioni erano concentrate sulla piccola Elena che doveva spegnere la candelina a forma di numero quattro.

Elena avrà 4 anni per sempre perché sua madre, Martina Patti, in cella nel carcere di Piazza Lanza, a Catania, con l’accusa di omicidio premeditato pluriaggravato, ha deciso di toglierle la vita. L’ha raggirata, con la scusa di farle vedere un posto in cui giocava da piccola, l’ha incappucciata con un sacco nero per la spazzatura, l’ha massacrata con 11 coltellate.

E non se n’è importata nulla di Elena che ha tentato in tutti i modi, con le sue piccole forze, a sottrarsi alla morte. Chissà cosa ha pensato in quei momenti questo splendido angelo. Magari si sarà chiesta anche il perché la madre stesse infierendo su di lei; magari si è fatta colpe che non ha mai avuto. Perché Elena è una martire, seppellita probabilmente mentre era ancora viva.

E così se n’è andata per sempre, con la passione per Frozen, la principessa Elsa, col sogno di far la dottoressa e con la passione per Irama. Voglio provare ad immaginarmela così oggi, in questo giorno così speciale, a canticchiare a squarciagola in Paradiso, correndo qua e là con il suo sorriso contagioso, la sua allegria, la spensieratezza di una bimba sottratta alla vita da un destino crudele. Buon compleanno Elena!

Scopri altre storie curiose