Due ladri entrano in una villetta, ma non sanno chi è il proprietario (1 di 2)

Ascolta questo articolo

I furti nelle abitazioni sono in vetta alle classifiche dei reati più diffusi nel nostro Paese, rappresentando una vera e propria emergenza, specie nei periodi di boom della vacanze.

I dati del fenomeno sono raggelanti: nel 2021 ci sono state 182 mila denuncie. Si parla di 500 furti al giorno, nello scorso anno, pari a più di 20 furti ogni ora, ossia ad un furto ogni 3 minuti.

Una situazione davvero sconvolgente che va prevenuta. In che modo? Si va da soluzioni più economiche a quelle decisamente più costose, partendo dalle inferriate e dalla porta blindata, per arrivare all’installazione di impianti anti-intrusione e di videosorveglianza.

Ovviamente il colpo è assicurato che i ladri sono “del mestiere” e non improvvisati Possono entrare praticamente da qualsiasi posto, dal terrazzo, da un balcone, dalla finestra o dal garage.

Quelli più esperti si avvalgono del metodo del key bumping, ossia della chiave pass-partout ben limata e picchiettata col martello. Altro metodo è quello del lock picking, un tensore per bloccare il meccanismo e inserire la cosiddetta “chiave bulgara”; una chiave morbida che assume la forma della serratura, riuscendo, così, ad entrare senza alcuna fatica.