Denise Pipitone, la notizia pochi istanti fa: “La verità sulla storia..” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Sono trascorsi troppi, troppi anni, dalla scomparsa della piccola Denise Pipitone, la piccola di Mazara del Vallo di cui si sono perse le tracce il 1 settembre 2004 a Mazara del Vallo, in provincia di Trapani.

Parliamo di un caso di cronaca che continua ad essere, ancora oggi, un giallo. Da quel giorno di Denise non si sa più nulla e abbiamo due genitori che, con disperati e strazianti appelli, sperano che sia viva da qualche parte del mondo.

Piera Maggio, una madre guerriera, combattente,  non si è mai arresa, nonostante siano passati quasi 20 anni dalla scomparsa della bambina. Le indagini sono state a dir poco ingarbugliate, per via di continui cambi di rotta, di improvvisi ribaltamenti delle ipotesi che, fino ad un certo punto, gli inquirenti hanno portato avanti.

E poi segreti, testimonianze, avvistamenti fasulli che parlerebbero di Denise avvistata addirittura in Russa, test del DNA, depistaggi e processi in corso ancora oggi. Denise Pipitone, figlia di Piera Maggio e Pietro Pulizzi, è stata vista per l’ultima volta da zia Giacoma, sorella di Piera, sul marciapiede vicino casa.

La madre, nel frattempo stava seguendo un corso di informatica e venne avvertita della scomparsa della piccola, che non aveva ancora compiuto 4 anni, alle 12:30. Cosa è accaduto a Denise, questa bellissima bimba dagli occhietti birbantelli, vivaci, che adorava cantare?