Denise Pipitone e Matteo Messina Denaro: il colpo di scena poco fa (1 di 2)

Ascolta questo articolo

La cattura di Matteo Messina Denaro è, senza ombra di dubbio, una notizia che si attendeva da 30 anni e le immagini del suo arresto, in men che non si dica, hanno conquistato le copertine delle principali testate.

Sessantenne, visibilmente provato dal tumore al colon con mestatasi al fegato il boss non ha più i lineamenti dell’identikit che, per troppo tempo, è stato quello di riferimento.

Una cattura storica, in cui è investita la speranza he il padrino di Castelvetrano possa parlare, possa tirar fuori segreti che, finora, è riuscito a sottrarre alla giustizia.

Non dimentichiamoci che il Trapanese, l’area in cui Messina Denaro ha regnato incontrastato, è quella della scomparsa della piccola Denise Pipitone, che continua a tenere col fiato sospeso milioni di italiani.

All’epoca dei fatti, la bimba dallo sguardo furbetto, che stava giocando a Mazara del Vallo fuori casa della nonna, intenta a cucinare, non aveva ancora compiuto quattro anni. Di tempo ne è passato ma Piera Maggio, una mamma combattiva, ha la forza di andare avanti per sapere cosa sia accaduto alla sua Denise. E la cattura di Messina Denaro potrebbe aprire nuovi scenari. Vediamo perché.