Caso Saman Abbas, scoperto un filmato in cui era ancora in vita

Nelle ultime ore è stato divulgato un filmato che ritrae la giovane Saman, forse sono gli ultimi attimi di vita. Si spera che questa novità possa fare luce su un caso ancora controverso: ecco cosa si vede.

Caso Saman Abbas, scoperto un filmato in cui era ancora in vita

Ascolta questo articolo

Nelle ultime ore è spuntato un video inedito di Saman Abbas mentre è ritratta in quelli che, molto probabilmente, sono i suoi ultimi istanti di vita. Si tratta del caso della povera ragazza svanita nel nulla da circa un anno, quando pare si sia opposta ad un matrimonio combinato. Una storia che ha fatto discutere molto e mette nuovamente al centro tematiche scomode per la nostra società.

Non è infatti il primo caso simile, in cui giovani ragazze fanno una brutta fine dopo essersi rifiutate di assecondare richieste anacronistiche di questo tipo. Ora questa importante novità nel caso Saman fa ben sperare che ci siano ulteriori risvolti in una vicenda con ancora troppe ombre. Ecco cosa ritrae esattamente il breve filmato.

La scoperta del video

Il tg regionale dell’Emilia Romagna ha mandato in onda un video inedito dell’ultima apparizione della povera Saman. Si spera che questo filmato possa chiarire meglio i molti punti oscuri di questa intricata videnda. La 18enne pachistana è scomparsa da circa un anno dalla sua casa di famiglia a Novellara, in Emilia Romagna, da allora le ricerche non hanno portato a nessun risultato.

Secondo gli inquirenti, quelli mostrati nel video sarebbero senza dubbio gli ultimi momenti di vita della ragazza. Il filmato, che fa parte degli atti della richiesta di rinvio a giudizio della Procura di Reggio Emilia, ritrae la povera Saman con uno zaino in spalla mentre esce da casa con i genitori. Dopo pochi minuti, sempre della notte del 30 aprile 2021, si vedono i genitori fare rientro a casa da soli e con lo zaino della figlia.

Purtroppo, secondo l’accusa non ci sono dubbi, in quegli attimi in cui la famiglia si allontana da casa, i genitori avrebbero consegnato Saman allo zio e ai cugini per ucciderla. Questo il terribile prezzo da pagare per aver rifiutato il matrimonio combinato. Al momento la giustizia ha fatto almeno in parte il suo corso, infatti lo zio e i due cugini sono stati arrestati con l’accusa di omicidio.

I nostri video tutorial
Andrea Rubino

Cosa ne pensa l'autore

Andrea Rubino - Un dramma che lascia letteralmente senza parole. Crimini così efferati non dovrebbero più riempire le pagine della cronaca. Purtroppo la povera Saman non meritava questa fine. Per fortuna la giustizia ha fatto il suo corso arrestando gli assassini. Si spera che prima o poi venga ritrovato anche il suo corpo.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!