Caso Saman Abbas, la scoperta choc: “Non è come pensavamo”. (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Novellara e l’Italia intera sono scosse dal ritrovamento di resti umani che potrebbero appartenere proprio a Saman Abbas, la ragazza 18enne pachistana scomparsa nella notte tra il 30 aprile e il 1 maggio 2021.

Di tempo ne è passato ma forse potremmo essere vicini ad una svolta, dal momento che in un casolare diroccato, nei campi di Novellara, a circa 500 metri di distanza, in linea d’aria, dalla casa in cui viveva la famiglia di Saman Abbas, è  stato ritrovato un cadavere.

La zona del ritrovamento fa parte di un complesso di ruderi, come specificato in un articolo de Il Resto del Carlino, vicino a un gruppo di casa dove, fino a poco tempo fa, c’era un allevamento di maiale.

I residenti della zona interessata dal ritrovamento dei resti umani, hanno raccontato che, nel casolare abbandonato molto spesso si recavano i parenti maschi della 18enne scomparsa, per andare a bere alcolici.

Il posto sarebbe già stato perlustrato, nei mesi scorsi, dai carabinieri, proprio nel corso delle ricerche di Saman Abbas. Riguardo al ritrovamento abbiamo, ora, importanti dichiarazioni rese da chi sta seguendo l’intero caso .