Caso Liliana Resinovich, il marito Sebastiano finito in ospedale

Si tratta del caso di cronaca che sta tenendo con il fiato sospeso gli italiani e che riguarda il misterioso decesso della 63enne a Treviso. Il marito non sta passando un momento facile.

Caso Liliana Resinovich, il marito Sebastiano finito in ospedale

Ascolta questo articolo

Continua ancora a far discutere il caso di Liliana Resinovich, la 63enne trovata senza vita nei pressi di un boschetto a Treviso e scomparsa il 14 dicembre scorso. Dopo diverso tempo il suo corpo è stato ritrovato avvolto in alcuni sacchi di plastica. Che cosa sia accaduto alla donna ancora non è dato sapere. In queste settimane si è battuta anche la pista del suicidio, ma le persone più vicine a lei non credono a questa ipotesi, per cui le autorità hanno preso in considerazione anche la pista dell’omicidio. 

Ma chi e perchè avrebbe dovuto uccidere Liliana? Il fratello della vittima aveva parlato di una questione di soldi, mentre sembra che lei avesse una relazione con un altro uomo di nome Claudio, relazione di cui il marito, Sebastiano Visintin, sarebbe stato all’oscuro. La donna nei giorni in cui è morta si stava preparando proprio per raggiungere Claudio e passare un weekend con lui. Ma su questi particolari stanno lavorando ancora gli inquirenti. In questi giorni la trasmissione Mattino 5 condotta da Federica Panicucci è tornata sull’argomento intervistando il marito di Liliana. 

Cosa è successo al marito

In questi giorni il marito di Liliana, Seastiano Visintin, ha trascorso da solo e senza la sua compagna le festività pasquali. Alla Panicucci ha raccontato che non è stato per niente un periodo facile, e durante le festività appena trascorse è andato a pranzo da un’amica e a trovare sua sorella, nonostante l’immenso dolore per la perdita di Liliana. 

“A Pasquetta c’è stato un grosso problema, alle 3 e mezza di notte mi sono svegliato, avevo il cuore che mi batteva a mille, ero veramente sotto choc, ho chiamato l’ambulanza perchè ho preso veramente paura, tremavo e avevo questo battito fortissimo che non ho mai avuto, mi hanno portato al pronto soccorso, e poi la mattina sono stato un pò a letto, poi verso mezzogiorno sono andato a farmi un giro in bici” – così ha raccontato Sebastiano alla Panicucci.

L’uomo è molto scosso dalla vicenda in questione, anche perchè non si sarebbe mai aspettato che la moglie potesse fare questa fine. “Aveva un appuntamento nel boschetto con qualcuno? Non penso assolutamente non è tipo da incontrarsi un in parco, noi andavamo li per fare foto ai fiori durante la primavera, andavamo lì tre volte l’anno, andavamo spesso per camminare, per sentire il profumo della primavera” – così ha dichiarato inoltre Sebastiano, il quale ha risposto alla domanda sul perchè abbia lavato la macchina la settimana dopo la scomparsa di Liliana. “Era normale, quando si va in bici e si porta la terra dentro, eravamo andati domenica prima a grado, un bellissimo giro, un giro che Liliana desiderava” – così ha detto Visintin a Mattino 5.

I nostri video tutorial
Fede Sanapo

Cosa ne pensa l'autore

Fede Sanapo - Rimane ancora un mistero il giallo della morte di Liliana Resinovich, la donna 63enne ed ex dipendente regionale in pensione trovata senza vita nei presso del boschetto dell'ospedale psichiatrico. Le autorità stanno indagando per capire che cosa sia accaduto, se si sia trattato di omicidio oppure di suicidio, ipotesi quest'ultima scartata da chi conosceva bene Liliana.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!