Carbone vegetale o carbone attivo: proprietà e benefici

Che cos'è il carbone vegetale o carbone attivo? Da dove proviene e quali sono le sue proprietà benefiche? Scopriamolo insieme

Carbone vegetale o carbone attivo: proprietà e benefici

Il carbone vegetale, o carbone attivo, nasce e si forma attraverso il processo di decomposizione termico di alcuni tipi di legno. Tra queste la betulla, il salice e il tiglio. Il processo di decomposizione avviene ad alte temperature e in ambienti privi di ossigeno. Si procede effettuando una combustione senza fiamma, per fare in modo che il legno diventi molto poroso, e per questo motivo esso diventa molto assorbente.

Il carbone attivo possiede molte proprietà benefiche, prima fra tutte proprio quella assorbente. Una volta giunto nel corpo, esso assorbe i gas prodotti dall’intestino ed evita sia il gonfiore che la tensione addominale.

Inoltre, elimina le tossine che circolano nel nostro corpo e per questo viene utilizzato nei casi di intossicazione in seguito all’assunzione di farmaci, di sostante tossiche e di metalli dannosi. 

Aiuta molto anche la digestione, perché è in grado di alleviare i bruciori e combatte sia l’acidità che la gastrite. Combatte anche il colesterolo, grazie alla sua capacità di legarsi alle sostanze presenti all’interno dell’apparato digerente, e quindi, legandosi proprio al colesterolo, è in grado di favorirne l’eliminazione. 

E’ utile anche per combattere diversi disturbi intestinali, come ad esempio il meteorismo, la colite e l’aerofagia ed è anche un buon disinfettante per l’intestino.

Carbone vegetale: controindicazioni

Il suo utilizzo non ha particolari controindicazioni o effetti collaterali ma non si può assumere il carbone vegetale per lunghi periodi di tempo, perché può provocare stitichezza ed è necessario limitarne il suo utilizzo anche nei casi in cui si assumono dei farmaci, perché, a causa delle sue proprietà assorbenti, potrebbe rendere inefficaci i farmaci che si stanno assumendo.

Carbone attivo e alimentazione

Oltre all’utilizzo in campo medico per migliorare i diversi problemi intestinati, il carbone vegetale (o carbone attivo) è molto usato anche come colorante alimentare; in particolare, lo troviamo nell’impasto del pane e della pizza, che così diventano di colore nero e sono proprio al carbone vegetale, risultando più leggeri e meglio digeribili.

I nostri video tutorial
Olga Dolce

Cosa ne pensa l'autore

Olga Dolce - Non ho mai provato il carbone vegetale, ma soffrendo di qualche disturbo intestinale ho intenzione di sperimentare i suoi benefici direttamente su di me. Ne ho sentito parlare molto bene da alcuni conoscenti che lo hanno utilizzato e che si sono trovati benissimo quindi penso di provarlo per vedere se funziona anche con me.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!