Carabiniere 35enne si toglie la vita il giorno prima del matrimonio (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Tragedie inspiegabili, che travolgono, lacerano, distruggono dentro coloro che hanno sempre amato la vittima e che non si danno pace, non riescono ad accettare l’idea che non faccia più parte del mondo terreno.

Come si può, d’altronde, accettare il suicidio di un giovane uomo, avvenuto il giorno prima del suo matrimonio? Siamo dinnanzi all’ennesima vittima di un fenomeno sempre più dilagante.

Sono frequenti i casi di uomini in divisa che pongono fine alla loro esistenza, utilizzando un’arma che, per lavoro, hanno sempre a portata di mano, la loro pistola d’ordinanza.

I motivi del gesto, spesse volte, rimarranno custoditi in chi, con estrema sofferenza, non ha visto, forse, altra via d’uscita, se non il mettere la parola fine alla sua vita.

Un decesso che, invita, ancora una volta, alla riflessione, in una società sempre meno improntata all’ascolto dello stato di malessere altrui, sino a tragedie che scuotono l’Italia intera.