Cadavere in acqua, la famiglia e i bagnanti ancora sotto choc (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Fine settimana, quello appena trascorso, caratterizzato da temperature elevatissime e la meta prediletta degli italiani, alla ricerca di un po di refrigerio, è stata come sempre il mare.

La colonnina di mercurio, segnando punte di 40 gradi e superandole, diventa una vera e propria trappola per coloro che si trovano sotto il sole cocente, indipendentemente dalla loro età.

Si sa che gli anziani e i bambini sono tra i soggetti più a rischio, ma è anche vero che in molte città è stato apposto il bollino rosso, quindi un rischio per tutta la popolazione.

Con l’afa, i raggi del sole battenti, specie dalla tarda mattinata in poi, quando è sconsigliata l’esposizione, purtroppo, si può incorrere in malori anche fatali, come mostrano i fatti di cronaca degli ultimi giorni.

Perché , complici i cambiamenti climatici, la nuova stagione appena arrivata è davvero insopportabile, tanto che in molti (me compresa) vorrebbero bypassarla volentieri, per far posto all’autunno.