Bimba morta a 6 anni, senza mangiare e senza vedere mai nessuno (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ci sono storie che si fanno fatica a raccontare, storie dell’orrore, di abbandono, degrado, solitudine. Piaghe sociali devastanti che possono portare a tragedie se non vi è l’intervento di persone competenti.

Purtroppo la cronaca ci parla spesso di cadaveri, in evidente stato di decomposizione, di persone che vivevano da sole, dimenticata, in mezzo alle feci e alla sporcizia.

Sono le storie di cui non si parla quanto si dovrebbe, di chi muore di stenti. Sono le storie degli invisibili, di cui qualcuno si accorge troppo tardi, dall’odore emanato dai loro cadaveri.

Tutto questo orrore non interessa solo gli adulti ma, a volte, riguarda anche i piccoli, che muoiono, dopo un’esistenza vissuta senza le premure, le coccole, che un bambino dovrebbe ricevere.

Ecco che il passaggio dal degrado alla morte, se non si interviene tempestivamente, è molto più rapido del previsto. La storia che sto per raccontarvi, proveniente dall’Australia, è davvero terribile e indicativa di quanto vi ho detto finora.