Baba Vanga: le pessime profezie per la fine del 2022 (1 di 2)

Ascolta questo articolo

C’è chi ci crede alle profezie e chi le ritiene delle assurdità. Premettendo che non hanno alcun fondamento scientifico, il fascino, il mistero che ruota attorno ad esse è davvero forte.

Certo, chi non vorrebbe possedere una sfera di cristallo per sapere, anzitempo, cosa gli accadrà? Specie in questi tempi, caratterizzati dalla crisi, economica e umanitaria, sono in tanti coloro che si affidano agli astri, alle stelle e alle profezie.

Ovviamente in tanti, nel corso dei secoli, si sono dichiarati in grado di predire il futuro, ma va fatta una doverosa distinzione tra ciarlatani e chi, questo dono, lo ha per davvero.

Tra i nomi illustri, troviamo Michel de Nostredam, in arte Nostradamus, astrologo francese, ritenuto uno dei più grandi scrittori di profezie della storia. Oltre a Nostradamus, tra i nomi più apprezzati troviamo quello di Baba Vanga, una sensitiva vissuta in Bulgaria che ha perso la vista a soli 12 anni.

Dopo essere diventata cieca, avrebbe iniziato ad avere delle visioni sul futuro, affermando di aver ricevuto il dono della chiaroveggenza da Dio. Sono davvero in tantissimi a chiedersi che cosa Baba Vanga abbia previsto per il 2022  Vangelija Pandeva Dimitrova, questo il nome della mistica ed erborista bulgara, scomparsa nel 2006, a 85 anni, ha fatto una lunghissimo elenco di previsioni che arrivano fino al 5079.