Alluvione Marche, sale il numero delle vittime: è corsa contro il tempo (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Il maltempo sta flagellando le Marche e gli aggiornamenti che continuano ad arrivare, in tempo reale, sono davvero da far rabbrividire. La bomba d’acqua venuta giù dal cielo ha buttato a terra più della metà della pioggia di un intero anno, con una potenza inaudita.

Sono davvero agghiaccianti i dati di quello che sta accadendo. Uno scenario di devastazione, distruzione, con le macchine trascinate, le case inagibili, tronchi d’alberi per terra e una conta immane dei danni.

I dati, in costante aggiornamento, sulla situazione che stiamo seguendo in diretta, al momento, parlano di 8 morti, di cui 4 nel comuniste di Ostra e di 4 dispersi, tra cui un bambino di 8 anni.

Questo il primo bilancio che ci giunge dalla prefettura di Ancona alla sala operativa del Dipartimento della Protezione Civile. Carlo Manfredi, sindaco di Castellone di Suasa, un centro in provincia di Ancora, ha dichiarato che la situazione è apocalittica; una cosa mai vista in tanti anni.

La sensazione che si è avverte è di panico, dinnanzi all’impossibile di opporsi alla forza della natura che sta scatenando la sua furia, incurante di quello che incontra sul suo percorso. Tutto viene travolto: piante, alberi, uomini, donne, bambini.

Cresce la preoccupazione per le sorti di un bambino di 8 anni, che ieri notte è stato trascinato via dalla corrente, mentre era in braccio alla madre. La donna è stata ritrovata viva, mentre del piccolo ancora nulla. Continuano senza sosta le ricerche.