Alluvione Marche, l’annuncio poco fa del papà del piccolo Mattia: “E’ ancora vivo” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

L’alluvione delle Marche ha lasciato tutti sgomenti. In pochi secondi si è portata via tutto, macchine, alberi, tronchi… un’ondata di fango e detriti ha travolto ogni cosa,

Il bilancio è drammatico. 11 i morti, mentre ancora nulla si sa del piccolo Mattia Luconi, di soli 8 anni. Intanto è una corsa contro il tempo, che scorre inesorabile, alla ricerca dei dispersi.

Che fine ha fatto Mattia? Il padre, Tiziano Luconi, educatore 38enne, non ha mai perso la speranza, dicendo: “Devo e voglio pensare che Mattia sia da qualche parte addormentato o svenuto. Non parlo di lui al passato e non voglio che lo faccia nessuno. Mattia è qui, lo sento”. 

Tiziano è continuamente sul luogo delle ricerche, tra Castelleone di Suasa e Barbara, in provincia di Ancona. Era lì quando hanno ritrovato lo zainetto scolastico del suo bambino e ci ha tenuto, sin da subito, a precisare che il rinvenimento della cartella di scuola non significa nulla sulla localizzazione del piccolo, perché l’aveva lasciata nella Mercedes Classe A Bianca, in cui viaggiava con la madre, che è stata  dalla corrente.

Lo choc   stato forte, confessa Tiziano, “una stilettata, un fulmine a ciel sereno” ma il papà di Mattia non perderà mai le speranza di ritrovarlo vivo, poco ma sicuro.