Allerta Alimentare, ritirati dai supermercati alcuni lotti di pasta di note marchio (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Come se non bastasse di per sé il problema dei rincari di molti prodotti alimentari, legata alla crisi economica e umanitaria in corso, unita alle bollette stratosferiche di luce e gas, agli innalzamenti del prezzo del carburante, gli italiani devono fare i conti con un problema sempre in agguato.

Parliamo degli italiani-consumatori, sempre costretti a tenere sott’occhio le nuove allerte alimentari. Partendo dal fatto che il nostro cibo è la nostra salute, sempre più spesso le aziende produttrici di alimenti sono sottoposte a ferrei controlli.

L’obiettivo è quello di verificare che gli Stati europei rispettino i principi igienici previsti dalla legislazione alimentare, dato che possono sempre verificarsi delle emergenze che richiedono un intervento tempestivo. 

Proprio per tutelare al massimo i consumatori, l’Unione Europea ha trovato il modo intervenire in modo preciso e tempestivo, con azioni mirate come il ritiro o il richiamo di alimenti o lotti di prodotti coinvolti, per evitare che coloro che acquistano un determinato prodotto possano incorrere in dei rischi.

Ultimamente si è parlato molto di allerta alimentare, in merito al famoso marchio Ferrero, che si è trovato costretto a ritirare 3.000 tonnellate di dolci Kinder in quanto a rischio salmonellosi.