Alimenti da evitare o da prediligere in presenza di problemi di salute

Cereali, legumi, ortaggi, carne, latticini e frutta sono alimenti importanti nella nostra dieta, eppure alcuni di essi possono rivelarsi non del tutto salutari quando ci si ammala o si ha qualche problema di salute.

Alimenti da evitare o da prediligere in presenza di problemi di salute

Partendo dai cereali sono da evitare, in particolare quando si ha qualche disturbo salutare, le farine bianche di grano tenero, come il pane bianco, che non favoriscono la buona salute; semola di grano duro (semolino e pasta), fiocchi di mais; germe di grano e orzo, in particolar modo se si soffre di anemia. Mentre i cibi da consumare sono la farina integrale (pane di grano duro o integrale, se si soffre di stitichezza), avena in fiocchi o in farina e segale in farina o pane integrale.

Riguardo i legumi, sono da evitare, le lenticchie, in quanto raffreddano il corpo, piselli secchi e freschi, se si soffre di cattiva circolazione, cavoli, pomodori crudi e cotti, melanzane, funghi, cipolla cruda e sedano crudo. La barbabietola, invece, considerato un “cibo caldo”, potenzia la salute. Sono da prediligere, finocchio, peperoni, sedano (cotto), rape, barbabietole, carote, carciofi, ravanelli, zucca e aglio (crudo).

Riguardo gli ortaggi, sono consigliati tutte le insalate, lattuga, scarola, indivia belga, lattuga romana, cicoria, valeriana e crescione, cipolla cotta, nelle frittate e nelle minestre. Per quanto riguarda la frutta sono da preferire, mele, pere cotte, castagne, mandorle, datteri, banane, albicocche, ribes rosso, ribes nero, limoni, kiwi, polpa di cocco e nespole; mentre in caso di malattia sono da evitare le nocciole, le fragole, le arachidi e le pere crude.

Per i latticini, meglio evitare i formaggi a pasta dura, anche se è possibile renderli salutari con aggiunta di cumino. Da consumare con moderazione sono le uova, considerate “dannose per lo stomaco, controindicate per un apparato digerente debole. Riguardo la carne e il pollame sono da preferire agnello, pollo, anatra e selvaggina, manzo, tacchino, vitello e coniglio.

Come pesci sono da preferire, il salmone, la trota salmonata e la platessa, mentre sono da evitare o limitare i molluschi. Meglio utilizzare zuccheri naturali come il miele, tranne in caso di sovrappeso, mentre sono da evitare zucchero bianco raffinato, biscotti a base di farina bianca, dolcificanti e cioccolato al latte.

Per le bevande optare per la semplice acqua minerale naturale, succhi di frutta puri, tisane, ma anche vino, birra d’orzo e sidro (con moderazione); da evitare invece, il caffè, l’acqua gasata e altre bibite gasate. Menta, salvia, noce moscata, chiodi di garofano, timo, rosmarino, semi di sesamo, senape e sale sono da preferire tra gli aromi. Prediligere sempre olio extravergine di oliva, olio di girasole e olio di canapa e burro fesco; quest’ultimo da evitare in caso di obesità, insieme a maionese, panna e olio di palma.

Continua a leggere su Fidelity Donna