Alessia Pifferi, morte figlia di 16 mesi: “Ecco perché l’ho fatto..” (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Non facciamo in tempo a riprenderci da una notizia orribile, che ne arriva un’altra. Prima la piccola Elena Del Pozzo, la cui storia ci ha lasciati sgomenti. Una morte terribile, 11 fendenti inflitti dalla madre reo-confessa Martina Patti, sono bastati per porre fine alla sua giovane esistenza.

Poi la piccola morta di stenti, probabilmente anche malata, ma mai fatta curare dai suoi genitori. Una condizione di degrado, miseria, abbandono; una storia diversa ma comunque terribile. L’ennesima vittima, una minore.

Cosa sta succedendo in Italia? Come si possono giustificare simili figlicidi? Sembra un incubo, un film dell’orrore. Troppi, troppi piccoli, strappati alla vita con i loro sogni, i loro desideri.

Non li vedremo crescere, giocare con i loro compagni dopo la scuola, non sentiremo i loro racconti dei primi innamoramenti perché chi doveva amarli al di sopra di ogni cosa, li ha uccisi.

Se pensavamo che la mattanza fosse finita, ci sbagliavamo perché, proprio in queste ore, è arrivata l’ennesima notizia di cronaca nera che ha letteralmente sconvolto l’Italia.