Alessandro Cascone, è successo durante i funerali del 13enne volato giù dal quarto piano (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Una tragedia immane, quella riguardante il 13enne Alessandro Cascone, precipitato, il 1 settembre, dal quarto piano della palazzina in cui viveva con i suoi genitori, in via Lamma 7, a Gragnano.

Quella che all’inizio era stata considerata come una fatalità, un incidente domestico avvenuto nel tentativo di riparare l’antenna della tv,  ben presto ha ceduto il posto ad una sconcertante realtà.

Quella dinnanzi alla quale oggi si trovano ad indagare i carabinieri di Gragnano e di Castellammare di Stabia, coordinati dalle Procure dei Minorenni di Napoli e di Torre Annunziata, è davvero agghiacciante. Alessandro non è stato strappato alla vita d un incidente ma è stato istigato a togliersi la vita.

L’ipotesi di reato è quella di istigazione al suicidio e cyberbullismo e sono 6 gli indagati, di cui 2 maggiorenni. Nell’elenco anche il nome della ex fidanzatina di Cascone.

Intanto oggi,7 settembre, dopo l’effettuazione dell’esame autoptico, è stato il momento dell’ultimo saluto al povero Alessandro. I funerali si sono tenuti presso il Chiostro di Sant’Agostino a Gragnano, piccola comunità ancora sgomenta dinnanzi a quanto accaduto giovedì scorso, quando il 13enne ha perso la vita gettandosi dalla finestra dell’abitazione in cui viveva con i genitori.