Addio Imu: finalmente è arrivata l’ufficialità. Gli italiani che non dovranno più pagarlo (1 di 2)

Ascolta questo articolo

L’IMUImposta Municipale Propria, è il tributo istituito dal governo Monti nella manovra Salva-Italia del 2011 e si paga a livello comunale sul possesso dei beni immobiliari.

L’IMU viene pagata tramite il Modello F24 in due rate pari al 50% dell’imposta annua, oppure in una rata unica pari al 100%. Il contribuente si rivolge solitamente al Caf, in cui viene aiutato dall’operatore al calcolo del tributo.

L’operatore, al termine dei conteggi, rilascerà l’importo da versare, contenuto nell’F24 .Il trbuto è rapportato al periodo di possesso effettivo nell’arco dei 12 mesi, per cui se un immobile è stato posseduto solo per 10 mesi, ad esempio, l’imposta verrà calcolata su un periodo di 10 mesi e non di 12.

L’IMU in genere si paga due volte l’anno: il versamento dell’acconto è previsto per il 16 giugno, mentre il versamento del saldo per il 16 dicembre. La legge precisa che se tali termini di scadenza coincidono con un giorno festivo o prefestivo, la scadenza slitta al primo giorno lavorativo utile.

Ma ci sono alcune categorie di contribuenti esentate dal pagamento dell’Imposta Municipale Propria. Vediamo insieme di quali categorie si tratta.