3 volte al pronto soccorso e viene rimandata a casa con la prescrizione di una tachipirina (1 di 2)

Ascolta questo articolo

Ci sono storie che si fa davvero un’enorme fatica a raccontare, anche se ci si occupa da tanto di cronaca. Sono le storie che nascondono tutta la sofferenza, il dolore lacerante la voglia di giustizia per la perdita improvvisa di una persona cara.

Non una scomparsa legata ad un incidente stradale o domestico, ma ad una malattia gravissima non diagnosticata. Sono casi agghiaccianti, attorno ai quali ruotano tanti perché che non hanno trovato ancora una risposta.

La richiesta di verità arriva, in questo caso, dal marito della donna che vedete, con i suoi stupendi occhi azzurri, in questa foto che fa da cover del mio articolo.

Lui si chiama Francesco Costa e, dalla morte di sua moglie, Francesca Taddei, non riesce a darsi pace, al punto da decidere di raccontare l’assurda vicenda, culminata tragicamente, a molti quotidiani nazionali.

La Taddei, 54 anni, docente di scuole medie a Verbania, proprio come suo marito, è venuta a mancare il 20 agosto ma la sua terribile storia ha inizio un anno prima con degli strani e atroci mal di testa, “liquidati” dai medici con la somministrazione di tachipirina. Ma vediamo, in dettaglio, cosa è accaduto.