Uno studio rivela quanto fanno realmente male i diversi tipi di sigarette (1 di 2)

Uno studio rivela quanto fanno realmente male i diversi tipi di sigarette

Il fumo è un vizio che accomuna tantissime persone in giro per il mondo, che iniziano a fumare quando sono ancora soltanto degli adolescenti e che continuano a coltivare questo vizio nel corso del tempo. Si tratta di una vera e propria dipendenza dalla quale è difficile liberarsi.

Alle classiche sigarette nel corso del tempo si sono affiancate anche altre tipologie di fumo, come ad esempio le sigarette elettroniche. Ma questi modi alternativi di fumare sono davvero innocui?

Sappiamo che all’interno di una classica sigaretta sono presenti tantissime sostanze nocive per il nostro corpo, come nicotina, benzene, monossido di carbonio. Per questo motivo un consumo prolungato e massiccio di sigarette può sicuramente portare a dei problemi di salute non indifferenti.

Uno studio rivela quanto fanno realmente male i diversi tipi di sigarette

Due pacchetti di sigarette contengono, infatti, una dose di nicotina davvero incredibile. Un pacchetto di sigarette al giorno per un anno corrispondono ad una esposizione a 500 raggi X. Informazioni che ci faranno capire quanto le sigarette possono essere dannose per la nostra salute.

In commercio esistono anche le cosiddette sigarette light. Queste, secondo quanto comunemente si crede, dovrebbero essere meno dannose per il nostro organismo ma non è proprio così. Sicuramente contengono della quantità di nicotina inferiore rispetto alle classiche sigarette ma non per questo possono essere considerate meno dannose.

All’interno di queste sigarette, infatti, ci sono alte concentrazioni di altre sostanze comunque definite cancerogene, che hanno un impatto molto negativo sul nostro organismo.

Uno studio rivela quanto fanno realmente male i diversi tipi di sigarette

Dal momento che all’interno di queste sigarette c’è una concentrazione di nicotina inferiore chi ne ha dipendenza tende comunque ad aver bisogno di fumarne una quantità maggiore, riducendo, quindi, il piccolo beneficio apportato da queste sigarette.

Anche i sigari sono particolarmente diffusi ed amati, sebbene in maniera minore rispetto alle classiche sigarette. Sebbene vengano consumati meno spesso è bene sapere che un sigaro contiene una quantità di tabacco e altri elementi nocivi pari ad un pacchetto di classiche sigarette.

Per questo motivo fumare tanti sigari può essere ancora più pericoloso rispetto alla consumo delle classiche sigarette.