Uno studio lo conferma: le coppie che pubblicano troppe foto insieme sui social, sono le più infelici (1 di 2)

Uno studio lo conferma: le coppie che pubblicano troppe foto insieme sui social, sono le più infelici

Secondo uno studio, le coppie che pubblicano molte foto sui social e cercano sempre di ostentare i propri sentimenti, sono le più insicure e infelici.

Al giorno d’oggi far sapere a tutti quanto si è innamorati, non è un grosso problema. Esistono i social network che ci permettono di condividere con gli altri qualsiasi momento della nostra vita.

Ma in questo articolo parliamo di coppie. Quante volte ci è capitato di scorrere la home di Facebook o Instagram e vedere profili di coppie che non fanno altro che pubblicare le loro foto insieme e dichiararsi amore eterno? Be’, uno studio rivela che non sono così felici come sembrano.

Uno studio lo conferma: le coppie che pubblicano troppe foto insieme sui social, sono le più infelici

Dietro la loro felicità può nascondersi qualcosa di diverso. Lo studio ha confermato che dietro l’ostentazione dei propri sentimenti, si nasconde una vera e propria insicurezza. Vediamo nel dettaglio cosa dice questo interessante studio.

Di tanto in tanto può essere davvero bello condividere con i nostri amici alcuni scatti romantici. Ad esempio, uno studio precedente ha dimostrato che le persone che pubblicano più foto di coppia insieme, sono più soddisfatte della loro relazione e i due partner si sentono più vicini.

Uno studio lo conferma: le coppie che pubblicano troppe foto insieme sui social, sono le più infelici

Ma secondo altri esperti, non è del tutto così. C’è un limite da non superare.

Lo studio è stato chiamato “Visibilità e relazioni su Facebook“. Un gruppo di scienziati ha ipotizzato che coloro che cercano di rendere più visibili le loro relazioni, sono insicuri dei sentimenti che prova il partner.

Questa ipotesi si è rivelata veritiera dopo aver effettuato un esperimento che ha coinvolto 108 coppie di fidanzati. Tutti hanno compilato un breve sondaggio ogni notte per 2 settimane.