Una psicologa ha scritto 10 mini storie filosofiche in cui ogni donna potrà riconoscersi (2 di 3)

Una psicologa ha scritto 10 mini storie filosofiche in cui ogni donna potrà riconoscersi

3)      C’era una volta una ragazza. Non aveva vergogna, sensi di colpa né una coscienza. Ma aveva tutto il resto.

4)      C’era una volta una ragazza. Ma nessuno giocava con questa ragazza. Era molto delusa da questo, fino a quando ha scoeprto che era lei a non voler giocare con nessuno. Perciò… ha iniziato a giocare.

5)      C’era una volta una ragazza. Era la migliore tra le migliori: sempre pronta, sempre nel giusto, manteneva le sue promesse, sempre un esempio da seguire. Per farla breve: era difficile comunicare con lei.

Una psicologa ha scritto 10 mini storie filosofiche in cui ogni donna potrà riconoscersi

6)      C’era una volta una ragazza. Una volta qualcuno le disse che era pazza e la mandò a un corso di allenamento mentale dove a capo c’erano alcune grandi donne. La prima grande donna era occupata a far passare un filo di seta attraverso un ago. La seconda era rimasta in bagno e non era in grado di insegnare nulla alla ragazza. La terza ballava senza sosta la tarantella e rideva di gusti. “Pazzi scatenati!” pensò la ragazza alla fine della giornata, e si calmò.

Una psicologa ha scritto 10 mini storie filosofiche in cui ogni donna potrà riconoscersi

7)      C’era una volta una ragazza. Non era nata bella. Dopo aver pianto per un po’, decise di prendersi cura di se stessa come se in realtà fosse bella. Si lavò, si pettinò per bene i capelli, si vestì bene e comprò dei regali per se stessa. Molto presto trovò un uomo e lo sposò. Suo marito le tolse i vestiti e scoprì che era bella anche dentro. E nessuno, tranne lei, rimase sorpreso da questo fatto.