Un escort uomo rivela le richieste più bizzarre delle sue clienti (1 di 2)

Un escort uomo rivela le richieste più bizzarre delle sue clienti

Quando leggiamo o sentiamo la parola “escort” normalmente pensiamo a una donna. Non ci sono dati ufficiali in tal senso ma tra le persone che esercitano questo mestiere sicuramente la percentuale di donne è superiore a quella degli uomini. Eppure gli uomini “accompagnatori” non mancano. Uno in particolare, di Londra, ha rilasciato un’intervista a “The Lad Bible” in cui ha spiegato il suo stile di vita, i vantaggi del suo lavoro e anche le richieste più assurde ricevute negli ultimi tempi.

Un escort uomo rivela le richieste più bizzarre delle sue clienti

Non svela la sua vera identità, si fa chiamare “Lothario” e lascia intuire che vive a Londra, pur spostandosi molto frequentemente proprio per lavoro. “Ho iniziato tre anni fa. Mi sono sempre piaciute le donne e le avventure. Diciamo che sono un donnaiolo. Un giorno mi sono ritrovato su Internet e mi sono detto: perché non provare a guadagnare dei soldi facendo quello che mi piace? Ho messo un annuncio su un sito di escort uomini e due settimane dopo ho ricevuto il primo messaggio.

Un escort uomo rivela le richieste più bizzarre delle sue clienti

Quanto guadagna?In un mese particolarmente buono anche più di 10.000 sterline. Il minimo, comunque, è 4000”. Quante persone sanno di questo “secondo” lavoro? “Solo uno, un mio amico. La mia famiglia non lo sa, a volte è veramente difficile nasconderglielo. Ho un lavoro normale qui a Londra e non voglio che si sappia in giro. Anche perché non sarà per sempre: appena mi annoierò smetterò”.

CONTINUA NELLA PAGINA SUCCESSIVA