Stare a casa con i bambini è più difficile che andare a lavoro, lo conferma uno studio (1 di 3)

Stare a casa con i bambini è più difficile che andare a lavoro, lo conferma uno studio

Stare a casa per badare un bambino è più difficile che andare al lavoro, i postumi della sbornia peggiorano, il silenzio non è sempre un buon segno e nulla è paragonabile al dolore di stare persino in piedi. Queste condizioni fisiologiche sono emerse in una lista di cose che impari una volta sola nella vita nel momento in cui diventi un genitore, secondo un nuovo studio. Recentemente, un sondaggio fatto in Gran Bretagna ha mostrato che molte madri credono che

Stare a casa con i bambini è più difficile che andare a lavoro, lo conferma uno studio

restare a casa con il loro bambino sia molto più difficile che dedicarsi ad un lavoro a tempo pieno.

Questo è particolarmente vero per i neo genitori. Nel sondaggio, le coppie che diventavano genitori per la prima volta, avevano maggiori probabilità di credere che stare a casa fosse molto più difficile che lavorare. Stare a casa a badare al  proprio figlio è più difficile di trascorrere un giorno intero a lavoro.

Stare a casa con i bambini è più difficile che andare a lavoro, lo conferma uno studio

Nel recente studio, il 31% dei genitori ha dichiarato che restare a casa è stato molto più difficile e faticoso che lavorare. Il 55% invece dei genitori credeva che avere un bambino fosse un duro lavoro, il 20% dei genitori che hanno partecipato al sondaggio pensava che fosse davvero davvero difficile. Queste risposte sono state espresse, nonostante l’enorme quantità di supporto che i neo genitori ricevevano dai familiari.