Si tradisce anche quando si è felici: “Cerchiamo possibilità negate” (1 di 2)

Si tradisce anche quando si è felici: “Cerchiamo possibilità negate”

Si tende a pensare che il tradimento sia il frutto di una relazione in cui la tristezza e la quotidianità hanno preso il sopravvento, in cui ci sono problemi di vario tipo che non riescono ad essere affrontati in modo sereno, situazioni in cui almeno uno dei due partner non è affatto felici della vita che sta conducendo.

Sembra però che tutto questo sia vero solo in parte. E’ quello che ha affermato la psicoterapeuta Esther Perel che sostiene che il tradimento esista anche nei rapporti e nelle relazioni sane, nelle coppie felici, anche in quelle situazioni in un non c’è un motivo valido all’apparenza, anche in quelle famiglia in cui si parla sempre al plurale, in cui si affronta il futuro nel migliore dei modim anche in quelle case piene di bambini gioiosi e con le pareti ricoperte di foto ricordo del viaggio di nozze.

Si tradisce anche quando si è felici: “Cerchiamo possibilità negate”

“L’adulterio esiste da sempre, fin da quando è stato inventato il matrimonio, ma resta assai poco compreso” sono queste le parole della psicoterapeuta Perel pubblicate in un saggio sull’Atlantic e che spiega quanto sia invece insufficiente e troppo superficale la spiegazione che le persone di ogni angolo del mondo si sono abituate a dare.

Tutti, infatti, siamo portati a dire che “si tradisce quando nel matrimonio manca qualcosa”. Se quest’affermazione da un lato e vera, dall’altro merita senza alcun dubbio di essere analizzata più nel dettaglio.