Sani o malati? Ecco cosa significano i vari tipi di cerume sui cotton fioc (2 di 2)

Sostanza e colore del cerume possono dipendere non soltanto dallo stato di salute, bensì anche dai processi che sono in atto all’interno del nostro corpo senza pur sfociare nel patologico. Un esempio è l’attività fisica, che può spingere le nostre ghiandole a produrre cerume scuro e molto appiccicoso (talvolta persino maleodorante) per via dell’elevata sudorazione.

Ci sono momenti nella nostra vita nei quali possiamo apprezzare un’intensificazione della produzione di cerume, anche senza alcuna causa fisiologica specifica. In altre parole siamo fisicamente sani, ma il cerume è denso, scuro e grasso, oltre che abbondante. A cos’è dovuto? E’ tipico delle persone affette da forti stati di ansia e stress, ma se non vi lavate le orecchie da molto può essere imputabile anche alla scarsa igiene.

Il cerume di colore marrone molto scuro potrebbe provocare allarme in chi si ritrova il cotton fioc improvvisamente unto di melma appiccicosa proveniente dalle orecchie dal colorito quasi nero: è comprensibile. Ma state tranquilli, anche questo non significa necessariamente che siete malati: di norma è dovuto al fatto che il cerume è rimasto nel vostro orecchio troppo a lungo.

Eccoci arrivati infine all’ultimo caso, che è anche il più preoccupante: tracce di sangue e/o pus nel cerume. In quel caso è ovviamente consigliato un consulto medico, ma in genere è comune nel caso in cui il timpano sia perforato. Inoltre potrebbe trattarsi di un eczema sul quale avete sfregato troppo il bastoncino o su un brufolo comparso nel canale uditivo: nel dubbio fatevi controllare, e vi toglierete ogni pensiero in un attimo.

Scopri altre storie curiose