Ritardare la menopausa di 20 anni: la svolta medica che può migliorare la vita delle donne (2 di 3)

Ritardare la menopausa di 20 anni: la svolta medica che può migliorare la vita delle donne

I primi esperimenti su donne di età compresa tra i 22 e i 36 anni si sono svolti in Gran Bretagna. Queste donne hanno subito un intervento chirurgico “per nulla doloroso“. Tra queste donne, una mamma sposata di 34 anni ha fatto sapere di non aver provato nessun dolore ed ha considerato questa procedura un vero miracolo per quanto sia così semplice. Un’altra donna che ha deciso di sottoporsi alla stessa procedura, ha subito un trapianto di tessuto ovarico al suo interno per prevenire la menopausa prematura.

Ritardare la menopausa di 20 anni: la svolta medica che può migliorare la vita delle donne

Ha dichiarato: “Essere in grado di ritardare la menopausa mi ha cambiato la vita”. Questo semplice e innovativo intervento chirurgico viene svolto in una società con sede a Birmingham ed è chiamata ProFam, è co-finanziata da 4 esperti di medicina riproduttiva di fama mondiale. L’amministratore delegato e co-fondatore dell’azienda, si chiama Simon Fischel ed è anche il pioniere della fecondazione in vitro il cui lavoro ha portato alla nascita di Natalie Brown, la sorella del primo bambino in provetta Louise Brown.

Ritardare la menopausa di 20 anni: la svolta medica che può migliorare la vita delle donne

Simon Fishel ha dichiarato: “Le donne vivono più a lungo che in qualsiasi momento della storia umana è abbastanza probabile che molte donne rimarranno in menopausa più a lungo del loro periodo fertile. Stiamo dando loro il potere di assumere il controllo della propria salute ritardando naturalmente la loro menopausa”.

Questa procedura ha un costo che va dalle 3mila alle 7mila sterline. Il professore ha aggiunto: “Siamo ad un punto affascinante nell’evoluzione della nostra specie, ma in particolare in relazione alle cure mediche dove stanno accadendo cose straordinarie“.