Ritardare la menopausa di 20 anni: la svolta medica che può migliorare la vita delle donne (1 di 3)

Ritardare la menopausa di 20 anni: la svolta medica che può migliorare la vita delle donne

Menopausa ritardata di vent’anni: i primi esperimenti eseguiti in Gran Bretagna

È possibile ritardare la menopausa? Anche di vent’anni? A quanto pare sì. Un nuovo progetto realizzato per il momento solo in Gran Bretagna, può migliorare la vita di tutte le donne.

Ritardare la menopausa di 20 anni potrebbe cambiare la vita a milioni di donne, questa infatti è una procedura rivoluzionaria che dura 30 minuti ed è stata realizzata per “ingannare l’orologio biologico delle donne, facendolo credere che sia molto più giovane di loro“.

Ritardare la menopausa di 20 anni: la svolta medica che può migliorare la vita delle donne

A riferirlo è stato il Sunday Times che nelle sue dichiarazioni, ha fatto riferimento ad una ricerca unica nel suo genere. Durante questa ricerca si prevede la rimozione di un pezzo da un’ ovaia e il congelamento del tessuto a meno 150 gradi. Il tessuto ovarico viene così trattenuto in una banca di ghiaccio fino a quando le donne raggiungono l’età della menopausa, questo tessuto ovarico poi viene scongelato e trapiantato nuovamente all’interno dove verranno rilasciati gli ormoni naturali, ritardando in questo modo la menopausa.

Ritardare la menopausa di 20 anni: la svolta medica che può migliorare la vita delle donne

Sappiamo che la menopausa può portare a molte donne gravi problemi di salute, questi possono essere osteoporosi, problemi cardiaci e così via. Il ritardo della menopausa potrebbe essere una magnifica notizia per tutte.

In questo modo, tantissime donne, soffriranno meno i sintomi fisici ed emotivi come ad esempio le vampate di calore, le vertigini, la sudorazione improvvisa, i problemi di memoria, l’ansia, il nervosismo e gli sbalzi di umore.