Queste illustrazioni sull’amore sono di un’artista koreana: sono così potenti da far commuovere (2 di 2)

Queste illustrazioni sull’amore sono di un’artista koreana: sono così potenti da far commuovere

Eppure vi sono caratteristiche dell’amore che ricorrono con una puntualità quasi ossessiva, e Zipcy è riuscita a catturarle ed illustrarle in maniera semplicemente magnifica. Zipcy è un’artista sudkoreana di 29 anni diventata famosa proprio a causa della spettacolare intimità che riesce ad infondere nelle sue illustrazioni. Pur essendo dotata di un talento raro nel disegno, la 29enne di Seoul deve la sua popolarità alla sua capacità di emozionare grazie ai disegni, proprio in virtù di una intelligenza emotiva magnifica che le ha permesso di trasmettere alcuni “segnali universali” dell’amore attraverso carta e colori.

Queste illustrazioni sull’amore sono di un’artista koreana: sono così potenti da far commuovere

Avvalendosi di strumenti apparentemente così semplici, Zipcy è riuscita a toccare nell’intimo moltissimi tra coloro che hanno ammirato le sue creazioni, fino al punto da riuscire nell’impresa di scatenare commozione con dei semplici disegni. Una volta ammirati i suoi lavori si può ben comprenderne il motivo: questa artista riesce a riprodurre gesti e situazioni di una intimità meravigliosa, che lei stessa ha inserito in una collana alla quale ha dato il suggestivo nome di “Touch“, tocco. Una serie di disegni sulla vita di coppia la cui bellezza comunica direttamente con l’intimo dell’osservatore, lasciando ben poco spazio alle parole.

Queste illustrazioni sull’amore sono di un’artista koreana: sono così potenti da far commuovere

Osservando le creazioni di Zipcy, il cui vero nome è Yang Se Eun, è davvero difficile rimanere indifferenti. Lei stessa si definisce: “Un’illustratrice in cerca di moderati piaceri dei sensi“, non a caso l’amore espresso dai soggetti della sua serie “Touch” è suggerito proprio dalla ricerca continua del contatto fisico, pur soave e delicato, come espressione stessa del sentimento. E voi, come vi sentite dopo avere ammirato le sue opere?

Scopri altre storie curiose