Queste foto esprimono il vuoto che sente chi ha perso un figlio (1 di 2)

Queste foto esprimono il vuoto che sente chi ha perso un figlio

“Il vuoto è la carenza o l’assenza di qualche cosa o di qualche persona di cui si sente la mancanza. Questo è quello che si sente dopo un aborto”. Susanna Butterworth ha scoperto la malattia di suo figlio nel marzo del 2017. Era il suo primo figlio ed era stato nel suo grembo per 36 settimane. 36 settimane in cui cresceva vicinissimo a lei, vicino al suo cuore.

Queste foto esprimono il vuoto che sente chi ha perso un figlio

Nel marzo del 2017 a suo figlio fu diagnosticata una malattia rara: la sindrome di Edwards. Disgraziatamente, pochi giorni più tardi, il bambino uscì dal suo grembo senza vita. Il trauma fu enorme, talmente grande da far prendere una decisione drastica a lei e suo marito: quella di attivarsi. Di creare un progetto per sensibilizzare il resto del mondo sul tema.

Queste foto esprimono il vuoto che sente chi ha perso un figlio

Questo progetto ha preso il nome di ‘Empty Photo’, che in italiano vuol dire ‘Foto vuota’ e mostra le storie di vita e di morte di bambini nati ‘sbagliati’. Sbagliati nel senso che nati non nella maniera in cui si dovrebbe, ovvero bella, piena di pace e di speranze. In ognuna di queste foto, una madre o un padre mantiene uno specchio all’altezza del suo addome.