Queste 14 verdure contengono più ferro della carne (2 di 3)

Queste 14 verdure contengono più ferro della carne

I primi sintomi di carenza di ferro o anemia nel corpo comprendono esaurimento, affaticamento, pallore e scarsa resistenza alle infezioni. Inoltre, i livelli eccessivi di ferro nel corpo, o una condizione nota come emocromatosi, possono anche essere dannosi.

Una mancanza di ferro nel corpo può essere il risultato di:

Una dieta vegetariana poco equilibrata.

Un aumentato bisogno di questo minerale durante la crescita, l’allattamento al seno e la gravidanza.

Biodisponibilità di ferro bassa a causa di un supplemento di tè o di calcio in eccesso.

Perdita di sangue abbondante come durante le mestruazioni o il parto.

Cattivo assorbimento di ferro a causa di intolleranza al glutine, disturbi intestinali o malattia infiammatoria intestinale.

Queste 14 verdure contengono più ferro della carne

Carne rossa e crostacei non sono le uniche fonti alimentari di ferro, in quanto è possibile anche ottimizzare i suoi livelli consumando i seguenti vegetali:

Spinaci. È una delle più ricche fonti di ferro. Gli spinaci sono a basso contenuto di calorie e ricchi di antiossidanti e vitamina A.

Semi di zucca. I semi di zucca contengono 3,3 mg di ferro per 100 grammi e grandi quantità di magnesio, zinco, fosforo, vitamine A, E, F e quelli del gruppo B. Inoltre, contengono tutti gli amminoacidi essenziali. I semi di zucca sono anche ricchi di acidi grassi e acidi grassi polinsaturi.

Queste 14 verdure contengono più ferro della carne

Broccoli. Forniscono 1 mg di ferro per 100 g, che è il 6% dell’apporto giornaliero raccomandato. Inoltre, fornisce il 168% della dose giornaliera raccomandata di vitamina C per gli adulti e questa vitamina supporta l’assorbimento del ferro nel corpo. È anche una ricca fonte di folati, vitamina K e fibre.

Cioccolato fondente. Una porzione di 30 g contiene 3,2 mg di ferro, che corrisponde al 18% del contributo giornaliero raccomandato. È anche ricco di magnesio e rame, oltre che di fibre prebiotiche, che è benefico per i batteri amici nell’intestino. Abbassa i livelli di colesterolo e riduce il rischio di ictus e infarti.