Queste 14 verdure contengono più ferro della carne (1 di 3)

Queste 14 verdure contengono più ferro della carne

Il ferro è vitale per la nostra salute generale, e anche se è presente in numerosi alimenti, molte persone ne sono carenti. Ciò è dovuto principalmente al fatto che non è facilmente assimilabile nel nostro corpo, poiché il nostro sistema digestivo deve affrontare varie difficoltà per estrarlo dagli alimenti consumati e conservarlo.

La ragione principale per cui ne abbiamo bisogno è che aiuta a trasportare l’ossigeno in tutto il corpo. È un componente vitale dell’emoglobina, il cui ruolo è quello di trasportare l’ossigeno dai polmoni in tutto il corpo. Il corpo non sarà in grado di ottenere l’ossigeno necessario senza globuli rossi sani. Se non ottieni abbastanza ossigeno nel corpo, ti sentirai stanco.

Queste 14 verdure contengono più ferro della carne

Questa stanchezza influisce sulla funzione del cervello e sulla capacità del sistema immunitario di resistere alle infezioni. In caso di gravidanza, una grave carenza di ferro aumenta il rischio del bambino di nascere troppo presto, o più piccolo del normale. Il ferro è anche necessario per mantenere le cellule, la pelle, i capelli e le unghie sane. L’assunzione giornaliera raccomandata di questo minerale per gli adolescenti e le donne è di 9 mg, in quanto le donne hanno bisogno di compensare le quantità perse durante le mestruazioni. Dopo la menopausa, la necessità di questo minerale nelle donne diminuisce, al termine del ciclo mestruale.

Queste 14 verdure contengono più ferro della carne

In questa fase della vita, le donne hanno bisogno della stessa quantità di ferro degli uomini, che è 8 mg al giorno. D’altra parte, i bambini piccoli e i neonati, hanno bisogno di livelli di ferro più elevati in quanto questo minerale è fondamentale per la loro crescita.

Nell’infanzia, i ragazzi e le ragazze hanno bisogno della stessa quantità giornaliera di ferro, che è di 10 milligrammi da 4 a 8 anni e 8 mg da 9 a 13 anni.

Inoltre, è anche molto importante durante la gravidanza, l’assunzione giornaliera dovrebbe essere di 20 mg per garantire uno sviluppo sano del feto.