Quale di queste forme è quella che più assomiglia alla vostra? (1 di 2)

Quale di queste forme è quella che più assomiglia alla vostra?

Sin dai tempi più antichi l’essere umano ha avuto una certezza fra tante: se volete capire l’umore di chi vi sta di fronte, dovrete tentare di comprendere le sue espressioni. Il nostro viso infatti è il nostro primo biglietto da visita, attraverso il quale possiamo esprimere moltissime cose: proprio grazie a questi segnali non verbali sono nate molte discipline scientifiche che possono oggi aiutarci a comprendere cosa una persona stia per fare prima che la faccia effettivamente, così come quale sia il suo stato d’animo, eccetera.

Quale di queste forme è quella che più assomiglia alla vostra?

Per tante intuizioni sbagliate però ve ne sono state molte di più che si sono rivelate parzialmente o completamente errate, come nel caso della fisiognomica. La fisiognomica è la pseudoscienza che pretende di comprendere le caratteristiche caratteriali di una persona basandosi esclusivamente su determinate caratteristiche del volto e del cranio, ed era particolarmente in voga in passato tanto che, nel XVI secolo, si trattava di materia universitaria. Oggi sappiamo che la fisiognomica non ha alcuna valenza scientifica, se non per determinate caratteristiche ed applicata alla teoria del determinismo genetico.

Quale di queste forme è quella che più assomiglia alla vostra?

In altre parole, la pretesa di comprenere il carattere di una persona in base alle sue caratteristiche facciali ed alla forma del suo cranio era del tutto priva di fondamento, sebbene solamente nel secolo scorso la fisiognomica sia stata definitivamente archiviata come pseudoscienza senza alcuna valenza concreta. Ma se volete divertirvi a comprendere ciò che un fisiognomista direbbe di voi, e come vi avrebbero trattati fino al XVIII secolo in base alle vostre caratteristiche fisiche, allora scegliete il tipo di viso che vi sembra più simile al vostro tra questi.