Palpitazioni e tachicardia: 8 metodi per rallentare il tuo battito cardiaco (1 di 3)

Palpitazioni e tachicardia: 8 metodi per rallentare il tuo battito cardiaco

Un battito cardiaco accelerato ed irregolare viene definito tachicardia e si verifica quando il cuore di una persona a riposo supera i 100 battiti al minuto, in questo articolo ti daremo 8 consigli efficaci per rallentare il tuo battito cardiaco.

Si ritiene che una frequenza cardiaca normale sia compresa tra 60 e 100 battiti al minuto. Ma alcuni esperti tendono a pensare che la frequenza cardiaca a riposo ideale si aggiri intorno ai 50-70 battiti al minuto.

Palpitazioni e tachicardia: 8 metodi per rallentare il tuo battito cardiaco

Le cause che possono provocare la tachicardia possono essere pericolose ( come ad esempio le malattie cardiache o l’anemia) o rappresentano solo la nostra reazione a particolari condizioni in cui viviamo (stress, febbre, allenamento). Se noti che il tuo cuore lavora più velocemente, la prima cosa che dovresti fare è consultare il tuo medico di fiducia.

Di seguito viene riportato un elenco di tecniche che possono essere il primo rimedio per questa spiacevole situazione. Se non noti alcun miglioramenti nelle tue condizioni per 15-20 minuti, allora è giunto il momento di chiamare il 118.

Palpitazioni e tachicardia: 8 metodi per rallentare il tuo battito cardiaco

Esegui la manovra di Valsalva.

La manovra di Valsalva è una tecnica di respirazione che porta a diversi rapidi cambiamenti nella frequenza cardiaca.

Come farlo:

Stringi il naso con le dita di una mano;
Chiudi la bocca;
Espira, come se stessi gonfiando un palloncino;
Inspira, come se avessi un movimento intestinale;
Fai questa tecnica per circa 10-15 secondi.

Ascolta “Weightless” di Marconi Union.

C’è una canzone che ha dimostrato di ridurre i livelli di ansia del 65%. Marconi Union ha creato questa composizione in stretta collaborazione con Lyz Cooper, il principale terapista del suono dal Regno Unito e fondatore della British Academy of Sound Therapy.