Non riesci a sopportare chi mangia e beve rumorosamente? Allora sei un genio! (1 di 3)

Non riesci a sopportare chi mangia e beve rumorosamente? Allora sei un genio!

Non sopporti chi mangia e beve rumorosamente? Allora puoi essere un genio creativo!

La prossima volta che ti ritrovi a sospirare di fastidio per l’incapacità dei tuoi colleghi, familiari o amici di sgranocchiare le loro patatine in silenzio, fai attenzione al fatto che questo potrebbe significare che sei un genio! Uno studio della Northwestern University suggerisce che l’incapacità di filtrare informazioni sensoriali concorrenti è un evento comune di chi ha un talento creativo.

Non riesci a sopportare chi mangia e beve rumorosamente? Allora sei un genio!

Lo studio cita geni creativi come Charles Darwin, Anton Cechov e il romanziere Marcel Proust, che notoriamente indossava tappi per le orecchie e allineato nella sua camera da letto con il sughero per bloccare il rumore mentre lavorava.

L’autrice principale dello studio Darya Zabelina ha spiegato: “La propensione a filtrare le informazioni sensoriali “irrilevanti” avviene precocemente e involontariamente nell’elaborazione del cervello e può aiutare le persone a integrare idee che sono al centro dell’attenzione, portando alla creatività nel mondo reale.

Non riesci a sopportare chi mangia e beve rumorosamente? Allora sei un genio!

Lo studio ha analizzato 100 partecipanti a cui è stato chiesto di fornire quante più risposte possibili a diversi scenari improbabili entro un periodo di tempo limitato. Ai partecipanti è stato quindi chiesto di prendere un “Questionario sul risultato creativo” in cui hanno riportato i loro risultati creativi su 10 verticali, tra cui: arti visive, scrittura creativa, scoperta scientifica e arti culinarie.

Le loro risposte hanno rivelato un forte legame tra quelli con le risposte più creative e quelli sensibili al rumore di fondo mentre lavoravano.