Non importa se sei sposata o no, questo lo devi assolutamente leggere! (1 di 2)

Questa storia merita assolutamente di essere letta, a prescindere dal fatto che siate o meno sposate. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Un bambino è nato da una coppia dopo ben undici anni di matrimonio. Erano una coppia innamorata e il giovane figlio era la punta di diamante della loro relazione. Quando il bambino aveva circa due anni, una mattina il marito vide una bottiglia di medicina aperta. Era in ritardo al lavoro, quindi chiese alla moglie di tappare la bottiglia e tenerla nell’armadio. La madre, la quale come al solito era molto occupata in cucina, ha completamente dimenticato la faccenda.

Non importa se sei sposata o no, questo lo devi assolutamente leggere!

Il giovane bimbo vide la bottiglia e giocosamente la prese in mano e, affascinato dal suo colore, decise di bere tutto il suo contenuto. Si trattava purtroppo di una medicina estremamanete tossica destinata agli adulti in piccole dosi. Quando il bambino è crollato a terra senza sensi, la madre lo ha portato in fretta in ospedale, dove è tragicamente morto. La madre era stordita. Era terrorizzata e non sapeva come affrontare suo marito.

Quando il padre sconvolto giunse in ospedale e vide il bambino morto, guardò sua moglie e pronunciò solo quattro misere parole.

Non importa se sei sposata o no, questo lo devi assolutamente leggere!

Quali pensate che siano state queste quattro parole? Il marito ha solo detto “Ti amo cara moglie”.  La reazione del tutto inattesa del marito è un comportamento proattivo alla morte del povero figlio. Non può mai essere riportato in vita. Non ha senso trovare difetti nella madre. Inoltre, se solo avesse preso tempo per tenere lontana la bottiglia, questo non sarebbe successo. Non c’è nessun motivo per attribuire la colpa a qualcuno. Aveva anche lei perso il suo unico figlio. Ciò di cui aveva bisogno in quel momento era la consolazione e la simpatia del marito.