Mandorle, le “spazzine” delle arterie. Aiutano a prevenire le patologie cardiovascolari (1 di 3)

Mandorle, le “spazzine” delle arterie. Aiutano a prevenire le patologie cardiovascolari

Mandorle: buone per il cuore

Il contenuto nutrizionale delle mandorle e l’alto livello di grassi monoinsaturi è ciò che le rende una fonte eccellente per la lotta contro le malattie cardiache, oltre ad essere un ottimo snack per tutta la famiglia un ingrediente delizioso per includere nelle ricette della sua famiglia.

Perché le mandorle fanno bene al cuore? 
Le mandorle sono ricche di un grasso chiamato monoinsaturo, che abbassa il colesterolo nel sangue, questo grasso si trova anche in avocado, olio d’oliva e altri tipi di noci.

Mandorle, le “spazzine” delle arterie. Aiutano a prevenire le patologie cardiovascolari

Inoltre, le mandorle sono ricche di vitamina E, un potente antiossidante, per difendere il corpo dai danni causati dai cosiddetti radicali liberi causati dallo stress ambientale e dal normale invecchiamento corporeo. Un pugno o circa 20-25 mandorle al giorno equivale al 50% del consumo giornaliero raccomandato di vitamina E per ridurre il rischio di sviluppare alcune malattie, tra cui le malattie cardiache. Anche se la mandorla ha un aspetto secco contiene fibre solubili, che sono l’ideale per stimolare i movimenti intestinali e aumentare la sazietà.

Mandorle, le “spazzine” delle arterie. Aiutano a prevenire le patologie cardiovascolari

La mandorla è anche ricca di proteine; per questo nelle diete vegetariane le mandorle sono di grande importanza. Forniscono anche ferro, magnesio, fosforo e manganese. D’altra parte, è stato dimostrato che una dieta ricca di grassi monoinsaturi migliora la tolleranza al glucosio, oltre ad avere un effetto positivo diminuendo i livelli di colesterolo cattivo e i trigliceridi.
Dal momento che conosci tutti i benefici che puoi trovare nelle mandorle puoi incorporarle nei tuoi piatti preferiti.