Le cose che ho imparato dopo aver amato una persona che non provava nulla per me (1 di 3)

Le cose che ho imparato dopo aver amato una persona che non provava nulla per me

E’ stato cinque anni fa quando l’ho incontrato per la prima volta, lui era la persona che pensavo sarebbe stato il vero amore della mia vita. Lui era la persona con cui pensavo di passare il resto della mia vita. Ho incontrato un ragazzo che in qualche modo era riuscito a sfondare le mie pareti emotive e ad attingere alla mia anima in un modo che non avevo mai provato prima. Era in grado di stabilire una sorta di connessione con me, una connessione che non avevo sentito con nessun altro nella mia vita.

Le cose che ho imparato dopo aver amato una persona che non provava nulla per me

È riuscito a farmi sentire a mio agio, tutto sembrava così perfetto, è riuscito a risvegliare qualcosa dentro di me che nemmeno pensavo esistesse, come se si fosse accesa una luce. Sentivo come una fiamma accesa dentro di me e la passione mi stava bruciando dall’interno. Mi sentivo come se fossi stata liberata da una gabbia che non avevo mai saputo di avere, a quel tempo pensavo di vivere la più grande storia d’amore che avevo sempre desiderato per me stessa.

Le cose che ho imparato dopo aver amato una persona che non provava nulla per me

Col passare del tempo ho scoperto che stavo vivendo una bugia, stavo vivendo nell’illusione. Mi sono innamorata di un uomo che semplicemente non mi amava come lo amavo io. L’ho amato fino al punto che non potevo proprio andare avanti da sola ed è stata una delle più dolorose realizzazioni che io abbia mai avuto. Mi ha fatto molto male sapere che non sarebbe mai riuscito ad amarmi nello stesso modo in cui lo amavo io.