La soluzione al pianto dei bimbi che si sentono soli? Il cartonato della madre in scala 1:1 (1 di 2)

La soluzione al pianto dei bimbi che si sentono soli? Il cartonato della madre in scala 1:1

Questa mamma ha inventato un metodo geniale per calmare il pianto del figlio quando lascia la stanza: ha fatto realizzare un cartonato di se stessa a grandezza naturale in modo che il suo piccolo abbia l’impressione che non se ne sia mai andata.  L’idea, ammettiamolo, è piuttosto divertente e abbastanza facile da realizzare. 
Ma funzionerà davvero? A sperimentarla per prima è stata Fuki Sato, un’amorevole mamma giapponese che aveva bisogno di 10 minuti di tregua dal suo piccolo diavoletto.

La soluzione al pianto dei bimbi che si sentono soli? Il cartonato della madre in scala 1:1

Peccato che, ogni volta che esce dalla stanza, suo figlio fa partire l’antifurto. Non gli interessa giocare con lei o altro. Ma pretende che assista ai suoi giochi, senza mai staccare gli occhi. E allora il lampo di genio! Insieme al marito ha fatto realizzare due sagome di cartone che la raffigurano in due posizioni diverse. Una si trova in cucina e vigila sul figlio, mentre l’altra è nel soggiorno.

La soluzione al pianto dei bimbi che si sentono soli? Il cartonato della madre in scala 1:1

 In questa, Fuki appare accovacciata come se fosse molto coinvolta nei giochi del figlio.
I genitori, prima di “installare” le due mamme di cartone, si sono assicurate che il piccolo non potesse raggiungerle e scoprire quindi la verità. Vi immaginate che choc se una delle sue mamme fac-simile dovesse cadere? In effetti questo metodo inizia a farsi un po’ pericoloso, ma alla fine i due genitori hanno sottolineato ai giornali locali che il piccolo non è mai da solo in compagnia dei cartonati.