La negatività è contagiosa: circondati di persone che riescono a tirare fuori il meglio di te (1 di 3)

La negatività è contagiosa: circondati di persone che riescono a tirare fuori il meglio di te

La negatività è contagiosa.

Gli atteggiamenti e gli stati d’animo sono contagiosi, specialmente quando siamo esposti ad essi per molto tempo. Gran parte della responsabilità dipende dai neuroni specchio, fondamentali per l’empatia e per essere in grado di metterci nei panni degli altri. Questa capacità è positiva, ma ha anche un impatto negativo, perché possiamo facilmente diffondere la negatività di chi ci circonda.

Le emozioni sono contagiose: scegli saggiamente come esprimerle.

Si può imparare molto di una persona prestando molta attenzione alle sue reazioni emotive. Espressioni facciali, gesti, tono della voce, ritmo della parola,

La negatività è contagiosa: circondati di persone che riescono a tirare fuori il meglio di te

tutti questi segnali ci aiutano a capire come si sente una persona. È arrabbiata? Triste? Nervosa? Ha paura?

Tuttavia, mentre siamo impegnati a concentrarci sugli stati emotivi degli altri, di solito non prestiamo molta attenzione a qualcosa di altrettanto, se non più importante, ovvero le nostre reazioni emotive. Perché è così importante? Perché le emozioni sono altamente contagiose e le conseguenze possono essere pericolose.

Per secoli, i ricercatori hanno studiato i motivi per il quale le persone imitano inconsciamente e automaticamente le espressioni emotive degli altri e in molti casi provano gli stessi sentimenti.

La negatività è contagiosa: circondati di persone che riescono a tirare fuori il meglio di te

Gli studi hanno scoperto che le espressioni facciali scatenano una reazione nel cervello che ci induce ad interpretare quelle espressioni come nostre. In poche parole, come individui, siamo vulnerabili nel “catturare” le emozioni degli altri.

Nella letteratura, questo processo in cui una persona o un gruppo influenza le emozioni e il comportamento affettivo di un’altra persona o gruppo attraverso l’induzione cosciente o incosciente delle emozioni, è indicato come contagio emotivo. E anche se studi dopo studi hanno dimostrato il potente impatto che le emozioni possono avere sulle nostre relazioni, come fidanzamento, amicizie, gruppi di lavoro, relazioni di affari ecc, è interessante notare che spesso non ci