La depressione sorridente, quando fuori sembri felice ma dentro stai soffrendo: cause e sintomi (2 di 3)

La depressione sorridente, quando fuori sembri felice ma dentro stai soffrendo: cause e sintomi

Tra gli altri sintomi, abbiamo: cambiamenti nell’appetito, peso e sonno, stanchezza, sentimenti di disperazione, mancanza di autostima e bassa autostima, perdita di interesse o piacere nel fare cose che una volta ci hanno portato felicità.

Chi soffre di depressione sorridente potrebbe provare alcuni dei sintomi sopra elencati ma in pubblico, questi sintomi non compaiono. Una persona affetta da depressione sorridente, può apparire come un individuo attivo, qualcuno che mantiene un lavoro stabile, una famiglia sana e una vita sociale o può apparire come una persona sempre allegra, ottimista e generalmente felice.

La depressione sorridente, quando fuori sembri felice ma dentro stai soffrendo: cause e sintomi

Oltre ai tipici sintomi depressivi come la tristezza e la perdita di interesse (nonostante ciò, possono migliorare momentaneamente il loro umore se ricevono notizie o vivono momenti positivi), presentano altri sintomi come una sensazione di pesantezza e stanchezza alle braccia e alle gambe , aumento dell’appetito, più bisogno di dormire e nonostante il riposo, manifestano sonnolenza, episodi di irritabilità o rabbia e suscettibilità alla critica e al rifiuto.

Cosa pensa la persona colpita da depressione sorridente

– Pensa che mostrare segni di depressione sarebbe un segno di debolezza. 
– Pensa di stare bene e di non soffrire di depressione.

La depressione sorridente, quando fuori sembri felice ma dentro stai soffrendo: cause e sintomi

– Pensa che gli altri stiano vivendo momenti peggiori, quindi perché lamentarsi.
– Pensa che il mondo sarebbe un posto migliore senza di lui o lei.

Rischio di suicidio

Il paziente che soffre di depressione sorridente, vive la sua vita come se a lui non succedesse nulla di brutto quando invece non è così. Vive accumulando le sofferenze e i dolori fino al giorno in cui non ce la fa più ed è in quei momenti che vede come unica via d’uscita dalla sofferenza, il suicidio.