La chiamano Sindrome del Piedistallo: sentirsi Dio ed essere nessuno (2 di 3)

La chiamano Sindrome del Piedistallo: sentirsi Dio ed essere nessuno

Persone che ci ispirano

Questo tipo di persone prendono in mano le redini della loro vita, cambiano ciò che non vogliono e mostrano resilienza in determinate circostanze. Hanno un costante atteggiamento di perseveranza e credono in se stesse e nelle loro possibilità. Le persone che ci ispirano ci mostrano che non dovremmo mai smettere di combattere, che non è mai troppo tardi per cercare uno scopo e perseguire gli obiettivi.

Persone positive

Le persone positive ci aiutano a realizzare i nostri sogni, ci aiutano a correre i rischi e a trovare la soluzione a tutti i problemi.

La chiamano Sindrome del Piedistallo: sentirsi Dio ed essere nessuno

Le persone positive ci fanno credere nelle nostre possibilità, ci aiutano ad assumerci le responsabilità della vita e a sorridere di più. Il sorriso è una potente arma.

Persone aperte

Le persone aperte hanno una mente aperta, sono libere da qualsiasi tipo di giudizio e sono sempre disposte ad ascoltare i pensieri e le opinioni degli altri, soprattutto quando sono diverse dalle loro. Empatizzano maggiormente con gli altri e non hanno così paura del cambiamento. Accettano meglio le critiche (e questo è molto importante perché il loro effetto è molto più potente dell’adulazione) e vivono con leggerezza la loro vita ignorando i giudizi degli altri.

La chiamano Sindrome del Piedistallo: sentirsi Dio ed essere nessuno

Le persone aperte ci daranno maggiore flessibilità, ci insegnano ad essere più aperti nel dialogo, accettano meglio le critiche e riescono a mantenere un maggiore equilibrio emotivo.

Persone innamorate

Le persone innamorate vivono con entusiasmo la loro vita, si godono qualsiasi momento e investono il loro tempo per ciò che conta davvero. Sono innamorate degli altri e della vita, sono molto motivate e riescono ad arrivare lontano.

Persone riconoscenti

Tendiamo a concentrarci maggiormente su ciò di cui non siamo soddisfatti piuttosto che sulle cose buone che ci accadono costantemente. Essere grati di ciò che abbiamo e circondarsi di persone riconoscenti può aumentare il nostro benessere emotivo, ci permette di essere concentrati sul nostro presente e ci allontana dalle lamentele e dalla negatività.