Il rosmarino è l’alleato numero uno della nostra memoria (2 di 2)

Il rosmarino è l’alleato numero uno della nostra memoria

Quali sono le basi specifiche a supporto di questa teoria? Un gruppo di 66 persone è stato diviso in due e poi sottoposto ad alcuni test sulla memoria. In una stanza c’era l’odore del rosmarino, nell’altra no. Alle persone venivano fatte domande e richieste di vario genere, come ad esempio trovare oggetti nascosti o ricordare cose viste per pochi istanti.

Il rosmarino è l’alleato numero uno della nostra memoria

Si è scoperto che le persone che hanno “operato” nella stanza in cui c’era l’odore di rosmarino hanno ottenuto risultati decisamente migliori per quanto riguarda la memoria a lungo termine e prospettica rispetto a quelli che erano stati messi nella stanza non profumata. Il rosmarino, quindi, ci può dare una grossa a mano a ricordarci quelle piccole attività quotidiane con cui tutti abbiamo a che fare.

Il rosmarino è l’alleato numero uno della nostra memoria

Prendere la medicina, telefonare a quell’amico, pagare quella bolletta. Poco tempo fa la notizia dei benefici del rosmarino divenne virale in Gran Bretagna al punto che molti negozi dell’arcipelago britannico videro un aumento spaventoso delle vendite della pianta. E tu? Conoscevi questi benefici straordinari di una pianta che molti di noi usano soltanto in cucina? Diccelo nei commenti.

Scopri altre storie curiose