I 5 indumenti degli anni 90 che ognuno di noi ricorderà con un sorriso (1 di 2)

I 5 indumenti degli anni 90 che ognuno di noi ricorderà con un sorriso

Todo cambia. La moda soprattutto. Negli anni ’90 e nei primi 2000 molti di noi indossavano alcuni capi di abbigliamento che oggi non metterebbero addosso nemmeno dietro pagamento. In questo articolo ne abbiamo raccolti alcuni che molti di noi ricordano con un sorriso ma che, di nuovo, a pochi giorni dal 2019 sono semplicemente fuori moda. Solo i più audaci andrebbero in giro con qualcosa del genere addosso.

I 5 indumenti degli anni 90 che ognuno di noi ricorderà con un sorriso

1)      I polsini. C’è da dire che ancora oggi qualcuno (una percentuale bassissima di persone) li indossa. Ma la normalità è che i polsini in pelle o in spugna non si vedano più sulle braccia dei giovani italiani. Quelli di pelle/cuoio, appunto, a volte erano di bassa qualità ed erano da buttare dopo pochi mesi dall’acquisto. Quelli di spugna, con scritte o disegni spesso improbabili, invece, dopo un paio di sudate abbondanti iniziavano ad avere un odore veramente spiacevole.

I 5 indumenti degli anni 90 che ognuno di noi ricorderà con un sorriso

2)      Il marsupio. Rimanendo nell’ambito degli accessori e non possiamo non menzionare il marsupio. Molte donne dicono che tra i tanti accessori maschili il marsupio è quello peggiore. Chi ha buona memoria si ricorderà che qualcuno lo indossava come una cintura, qualcun altro invece a tracolla, stile faretra delle frecce. Ma possiamo dire che, nonostante qualcuno rimasto negli anni ’90 continui ad indossarlo, la stragrande maggioranza degli italiani non ne sente la mancanza.